Lo spettacolo prende spunto da alcuni racconti di Italo Calvino sul tema della famiglia. Il testo viene “ri-narrato” attraverso l’improvvisazione e il lavoro sulla comunicazione non verbale che diventa occasione di indagine sull’altro. Con la regia di Gabriele Genovese, “L’acrobata” è frutto del laboratorio “Scialla”, realizzato in collaborazione con Atir/Teatro Ringhiera dedicato ai giovani dai 12 ai 18 anni che risiedono nel quartiere Barona.