A 100 anni dalla fine del primo conflitto mondiale, la mostra, a cura di Barbara Bracco, illustra il ruolo nevralgico di Milano durante la Grande Guerra attraverso documenti, principalmente
dall’Archivio delle Raccolte Storiche. Dalla rotta di Caporetto dell’ottobre 1917 alla visita del Presidente americano nel gennaio 1919, il capoluogo lombardo fu palcoscenico e laboratorio
cruciale delle principali trasformazioni politiche, economiche e culturali italiane. Orario: 9.00 – 13.00 e 14.00 – 17.30. Ingresso libero.