Tullio Solenghi ci restituisce la genialità e la forza di scrittore di Paolo Villaggio, raccontando aneddoti e storie vissute con lui e leggendo brani dai suoi libri. Un omaggio affettuoso a un artista che ha segnato il nostro tempo, un clown senza malinconie o patetismi, ma potente, cinico e impietoso.